Bobble Bobble cresce in Italia e all’estero

25 Gennaio 2019

Bobble Bobble: il brand, il franchising e 

i piani per il futuro

Nato da un'idea di Simone Simonelli, Nicoló Ossino e Riccardo Bianchi, Bobble Bobble ha aperto i battenti lo scorso dicembre 2017 a Lucca, dove è stato inaugurato il primo punto vendita del brand. Attualmente l'azienda conta diversi negozi in franchising, tra cui uno a Livorno, uno a Pisa ed uno a Torino.

Ma cos'è il Bobble Tea? Si tratta di una rivisitazione all'italiana del tea con le bolle taiwanese. "Nel 2017 abbiamo ricercato un prodotto che fosse originale, innovativo, divertente e soprattutto buono. Lo abbiamo trovato, modificato e ripensato su misura per una clientela Italiana, esigente ed attenta alla qualità delle materie prime. Ogni fase della produzione della bevanda è orientata alla qualità. Dalla scelta delle materie prime alle procedure di erogazione"

L'azienda ha scelto la formula del franchising per espandersi nel mercato italiano ed estero.

"Una domanda che sorge sempre spontanea ai futuri titolari d nostri negozi è se possa essere una moda temporanea. Comprendiamo perfettamente il dubbio,  perché è stato il nostro timore iniziale. Quello su cui abbiamo puntato e puntiamo è che la mission di Bobble Bobble è far percepire il Bobble Tea come un gelato 2.0. Il prodotto è fresco come un gelato, colorato come un gelato, personalizzabile come un gelato e da passeggio come un gelato. La variante calda riesce a farci coprire l'inverno molto bene. Molto spesso l’investimento viene ricoperto nei primi mesi di attività"

I progetti per il futuro sono chiari.

start-franchising

link dell'articolo:

SHARE THIS STORY